Dona assistenza legale alle vittime di persecuzione

 50,00

In un Paese a maggioranza islamica come il Pakistan i cristiani sono fortemente discriminati, ma questa discriminazione si trasforma in vera e propria persecuzione a causa della cosiddetta legge antiblasfemia. Chi è accusato non ha possibilità di difendersi, soprattutto se è un cristiano oppure un appartenente a un’altra minoranza religiosa. Tutti conosciamo il caso di Asia Bibi, la madre cristiana arrestata nel 2009 e condannata a morte nel 2010. Fortunatamente Asia è stata liberata, anche se ha dovuto attendere nove lunghi anni in prigione. ma tanti altri cristiani sono ancora in carcere per accuse false, motivate dall’odio alla fede cristiana. Sono poveri e non istruiti e non hanno alcuna possibilità di nominare un avvocato per difendersi. Spesso è la Chiesa a prendersi cura di loro. In Pakistan, ad esempio, lo fa attraverso la Commissione Nazionale Giustizia e Pace (NCJP) della Conferenza episcopale pachistana, sostenuta da ACS, la quale fornisce assistenza legale ai cristiani accusati ingiustamente.

Il tuo dono può aiutarci a fornire assistenza legale, medicine, consulenza e visite in prigione ai cristiani ingiustamente accusati.

Se sceglierai questo Dono di Fede, potrai scaricare un biglietto da inviare alla persona a cui hai voluto fare questo regalo!

Clicca sul pulsante per donare

 50,00

ACS Italia Shop